Neuroni specchio

Facebook: si contagiano le emozioni?

Ho letto di un recente articolo che parlava di come le emozioni si possano trasferire agli altri e ovviamente ne sono rimasto incuriosito. Si parla del contagio emotivo su Facebook, e del fatto che anche nel social network più famoso del mondo si possano in qualche modo “subire” gli stati d’animo altrui. Mi occupo di empatia da anni avendo approfondito…

Leggi qui

Violenza inconsapevole della comunicazione

Da qualche mese sto trattando il tema “l’inconsapevole violenza della comunicazione” e trovo riscontri immediati dalle persone che partecipano alle conferenze: abbiamo superato il limite di sopportazione. A cosa mi riferisco? Ad un particolare tipo di comunicazione,  quella violenta che inconsapevolmente manifestiamo nel quotidiano. Per fare un esempio… c’è modo e modo di suonare il clacson della macchina: si può…

Leggi qui

Nuove sfide nel coaching sportivo: neuroni specchio e modellamento

E’ da tempo che studio i neuroni specchio e finora ho applicato le conoscenze acquisite per gran parte in campo comunicativo e relazionale. Molte volte mi interrogo sugli stupefacenti risultati  delle applicazioni pratiche che ho personalmente testato di tale scoperta in campo sportivo, ed è forse giunto il momento di aprire una discussione. Da anni, seppur in modo limitato rispetto…

Leggi qui

Video integrale: Giacomo Rizzolatti e Matteo Rizzato a PordenoneLegge 2013

Pubblico con grande piacere il video della lectio magistralis del Prof. Giacomo Rizzolatti su neuroni specchio ed empatia il 22 settembre 2012 presso lo storico Convento di San Francesco di Pordenone. Il Professore ha avuto la generosità di regalarci un’ora di neuroscienza e nella stessa occasione ho annunciato l’uscita del libro “io sono il tuo specchio” (di Matteo Rizzato e…

Leggi qui

Si può cambiare carattere? Avere una nuova educazione?

In un articolo del Corriere della Sera del 17 novembre 2012 intitolato “giustizia da riformare: il manifesto degli scienziati”, si parla di un argomento politicamente rilevante quale la situazione della riabilitazione dei detenuti, pensando sostanzialmente a come le carceri  possano evolvere da istituti banalmente “punitivi” a centri di vera rieducazione, quasi una sorta di “scuola” per ottenere un reinserimento reale…

Leggi qui