Tag: matteo rizzato

La relazione medico paziente (em-patia o sim-patia?)

Abbiamo già visto in precedenza che i neuroni specchio esistono anche nelle aree del cervello adibite alle emozioni, di conseguenza essi ci permettono di riconoscere le emozioni degli altri, semplicemente osservandoli. Quando osserviamo un altro individuo, questi mirrors si attivano facendoci provare, almeno in parte, le emozioni che sta provando colui che stiamo osservando. Come per i mirrors “motori”, anche…

Leggi qui

Il Brain Prize all’italiano Giacomo Rizzolatti

Un italiano, che ormai i lettori di comeallospecchio.it conoscono bene, ai vertici mondiali per le sue ricerche e scoperte neuroscientifiche. Giacomo Rizzolatti, insieme agli scienziati Stanislas Dehaene e Trevor Robbins, ha vinto la quarta edizione di The Brain Prize, il premio danese di un milione di euro dedicato alla ricerca sul cervello. Il Brain Prize è stato assegnato quest’anno dalla Grete Lundbeck European Brain Prize…

Leggi qui

Marketing e congruenza emotiva

Cari Amici, desidero pubblicare questo spot pubblicitario del Governo neozelandese in merito alla sicurezza stradale. Il contenuto è un po’ forte, ma ricorda quanto sia importante tenere la testa sulla strada e magari non sul telefonino a mandare sms, come vedo fare a tanti, troppi, quando mi capita di viaggiare. Osservate la perfetta rappresentazione dell’emotività di questo video. Gli esperti…

Leggi qui

Forum delle Eccellenze 2013 con Giacomo Rizzolatti

Quanta emozione, amici lettori, durante le giornate al Forum delle Eccellenze organizzato da Performance Strategies. Anche quest’anno l’amico Marcello Mancini ha fatto centro con un’enorme partecipazione  all’evento di Roma. Perché vi scrivo di questo? Beh, anche perché quest’anno al Forum c’era il Professor Giacomo Rizzolatti, che ha meravigliato il pubblico sulla scoperta dei neuroni specchio, la loro utilità nella vita…

Leggi qui

Scuola e Formazione

Ho avuto modo di tenere un  seminario sul coaching presso una prestigiosa università italiana e devo dire che l’esperienza mi ha lasciato un segno profondo. Già incontrando studenti delle scuole superiori ci si rende conto che esiste un bisogno importante, manifesto, nei giovani di oggi. Non so ben identificare con un termine, una parola, quello che trasmettono i giovani studenti,…

Leggi qui