Spud Webb: un messaggio per il 2011…

Spud Webb: un messaggio per il 2011…

spud_webbMi ricordo che a quei tempi ero un ragazzino e mi piaceva guardare in Tv il basket, quello dell’NBA.  Nonostante non fossi una “torre” mi piaceva a volte fare qualche tiro al campetto dell’oratorio.

I miei amici, più appassionati di me a quello sport, seguivano anche in televisione la famosa “gara delle schiacciate“, lo Slam Dunk Contest: un appuntamento imperdibile per gli americani e non solo. Consisteva nella sfida tra i “grandi” della pallacanestro (ricordi Michael Jordan, o Magic Johnson?) intenti a generare evoluzioni meravigliose per, appunto, fare la più straordinaria delle schiacciate.

Ricordo che il vincitore del 1986 fu  Spud Webb. I miei amici mi diedero la notizia con grande enfasi. Ed io, con la mia ormai tradizionale “caduta dalle nuvole” domandai candidamente: “e chi è?”.

E loro replicarono: “ma come chi è?! E’ il numero uno! Ed è alto solamente un metro e 68 centimetri!”

A quel punto, ancor più candidamente, chiesi: “e come ha fatto a vincere la gara delle schiacciate se è così basso?”.

Quella fu una domanda dettata dalla mia educazione, dalla mia esperienza, dal MIO (e solo mio!) modo di processare il mondo.

Per fortuna il grande Spud Webb a 8 anni non aveva il punto di vista degli altri, altrimenti non sarebbe mai riuscito a vincere, anni dopo, una gara simile!

Webb aveva molti obiettivi, e tra questi c’erano giocare a basket,  giocare meglio degli altri, diventare un professionista. E vincere la gara delle schiacciate!

Erano probabilmente dettati dai suoi sogni, dai suoi desideri.

Una cosa sicura è che non ha dato ascolto a quella voce interiore che gli diceva “sei più basso di tutti, non puoi farcela”. Se avesse ascoltato quella voce, o tutti coloro che sicuramente nel corso della sua vita gliel’hanno detto, non sarebbe riuscito a realizzare i suoi sogni.

E tu che obiettivi hai per il 2011? Sono obiettivi in linea con i tuoi desideri e le tue aspirazioni?

Quello che ti auguro è di individuare i tuoi obiettivi, scriverli e ricordarli bene, tenendo a mente l’esempio di questo grande atleta.

Quanti rinunciano a giocare a basket perchè pensano di essere troppo bassi, e sono molto più alti di Spud Webb? Molte persone, pur possedendo svariate qualità, si convincono di non averne… perchè lo fanno?

Il compito di un buon coach è proprio individuare e cambiare queste convinzioni…

Spud Webb è andato avanti verso i suoi sogni, ed ha vinto la famosa gara delle schiacciate, perchè ha capito che…

la differenza non la fa chi è più alto, ma chi salta di più.


Grazie Spud Webb.

Buon 2011!